Skip to content

Denti sensibili: qualche rimedio rapido ed efficace

Vi è mai capitato di bere una bibita fresca e di sentire un dolore lancinante ai denti o alle gengive? Capita anche con il freddo, ed è quello che succede a chi ha i denti sensibili. Abbiamo quindi chiesto un consiglio ad un bravo dentista Torino (silvestristudioodontoiatrico.it) che ci ha gentilmente fornito un utile vademecum sull’argomento.

Chi soffre quindi di questo disturbo si ritrova ad avere continui fastidi ogni volta che beve o mangia. Ma è possibile con qualche consiglio migliorare la situazione dei propri denti e gengive per limitare i fastidi che si presentano ogni giorno a tavola. In primo luogo è necessaria una corretta igiene orale.

Denti sensibili: qualche rimedio rapido ed efficaceQuesto non significa solo lavare i denti ogni giorno, ma vuol dire che bisogna saperli lavare, a cominciare dallo spazzolamento.

Molti infatti o esagerano facendo sanguinare le gengive, o spazzolano i denti in modo sbagliato e quindi i movimenti che fanno sono completamente inesatti. Si spazzolano i denti su e giù e non da destra a sinistra come spesso si fa.

Ma soprattutto si puliscono i denti anche dietro facendo dei movimenti che spingono lo spazzolino sotto il palato o accanto alla lingua, movimenti che aiutano a liberare i denti anche in punti più strategici e dove spesso non si arriva in una normale pulizia. Altro accorgimento è usare per la pulizia dei denti il filo interdentale che è utilissimo per pulire gli spazi tra un dente ed un altro.

Una corretta igiene orale previene disturbi come le malattie parodontali che portano spesso a quella che viene definita recessione gengivale (la sensibilità che sentiamo alle gengive e ad i denti quando mangiamo). Esistono poi una serie di prodotti utilissimi per i denti sensibili, a cominciare dai dentifrici specifici per chi soffre di questo problema. Ma anche collutori adatti a questa esigenza.

Basta informarsi un po’ per scoprire che c’è una vasta gamma di prodotti ora che ha a che fare con i denti sensibili. La ricerca in campo dentale ha fatto miracoli, ed i risultati sono prodotti ottimi per tutte le esigenze e per tutte le problematiche.

Ogni volta che bisogna lavare i denti poi è necessario non spazzolare con troppo vigore ed evitare di far sanguinare le gengive altrimenti è peggio, se questo accade allora è meglio usare un collutorio e spazzolare i denti con uno spazzolino a setole morbide e non dure, completando poi l’operazione con un collutorio per far rinforzare le gengive.

Prevenire è meglio di curare: cosa evitare

Tra le precauzioni che bisogna prendere per chi soffre di denti sensibili ci sono sicuramente una serie di consigli alimentari. Ad esempio è necessario che chi soffre di denti sensibili non deve consumare cibi acidi che spesso portano i denti ad usurarsi poiché danneggiano lo smalto. Tra i cibi acidi c’è sicuramente il vino, ma anche l’aceto, i succhi di frutta e molte bibite gassate.

Bisogna poi ridare forza allo smalto, quindi tra i prodotti in commercio scegliete quelli che contengono più fluoro.

È possibile usare anche un paradenti di sera soprattutto se di notte si digrigna i denti involontariamente. La pulizia dei denti inoltre può aiutare in caso di denti sensibili.

Vitamine e erbe per combattere i disturbi dell’umore e le ansie

Come combattere i disturbi dell’umore? Nei casi di cambiamento d’umore lieve o ansie, grazie all’assunzione di integratori alle erbe o vitaminici si possono ridurre gli effetti di una vita stressante.

Miracolosa è l’erba di San Giovanni, una pianta di fiori gialli che contiene composti chimici e favorisce il rilassamento. Benefici anche la valeriana, rinomato calmante naturale che riduce l’ansia. Per gli integratori vitaminici, a seconda della carenza, si sceglierà quello idoneo.

Vitamine e erbe per combattere i disturbi dell’umore e le ansieSe ad esempio abbiamo ansia da prestazione (e qui non si intende solo quella sessuale), se andiamo in panico quando dobbiamo parlare in pubblico o quando dobbiamo dare un esame allora ci sarà l’integratore adatto a noi.

Se invece la nostra vita è fin troppo stressante e gli orari di lavoro ci costringono ad avere poco tempo per noi stessi, e sappiamo quanto in questa circostanza l’umore finisce per essere sempre nero, allora possiamo ricorrere alle tisane che sono un ottimo toccasana quando a fine giornata torniamo a casa e ci dedichiamo 5 minuti a noi stessi.

Ma le erbe sono un toccasana non solo per lo stress che ci attanaglia ogni giorno e che quindi genera malumori (sappiamo tutti che quando non si ha tempo per se stessi si finisce per essere scontrosi con tutti sia a lavoro che a casa), ma anche per i veri e propri problemi fisici.

Ad esempio se abbiamo problemi di digestione, o anche di cellulite esistono erbe che, se assunte regolarmente, possono alleviare le nostre pene “fisiche”. Una buona tisana al finocchietto ad esempio aiuta nei casi di inestetismi della cellulite. Mentre un infuso alla mela aiuta quando abbiamo il raffreddore.

Basta informarsi sulle proprietà delle singole erbe per avere quindi chiara un’idea di che cosa dobbiamo prendere per sentirci meglio. Se poi ci mettiamo che spesso i problemi di salute sono spesso il primo passo per dei malumori allora abbiamo chiara l’idea che le erbe contribuendo a risolvere il problema di salute allevia quindi anche il nostro umore. Via libera quindi ad erbe, infusi ed impacchi per rendere la nostra vita più sana e il nostro umore meno nero.

Da Oxford: l’elisir di lunga vita

Per raggiungere il traguardo dei cent’anni, il segreto dell’elisir di lunga vita è stato svelato dall’Università di Oxford, con uno studio recente condotto su un campione di persone. Le regole sono, quasi banali, semplici da seguire ma miracolose. Per prima cosa bisogna dormire otto ore per notte, né più né meno altrimenti si rischierebbe l’effetto contrario.

Da Oxford: l’elisir di lunga vitaÈ necessario mangiare una mela al giorno, secondo il noto proverbio dei nonni che decantava “Una mela al giorno toglie il medico di torno” proprio per le note proprietà nutritive che ha questo frutto; possedere un cane che, a quanto pare, oltre che all’umore farebbe bene soprattutto a chi soffre di pressione sanguigna alta, visto che la riduce di molto.

Inoltre sarebbe ideale vivere su un’isola del Mediterraneo, visto che la vita degli isolani scorre con tranquillità, all’insegna del sole, del mare e del cibo buono, lontani dai rumori e dalle smog delle città. Anche l’anatomia gioca un ruolo fondamentale per vivere di più: è infatti verificato che le ‘donne pera’, quelle con i fianchi larghi, sono favorite rispetto alle ‘donne mela’ perché grazie alla loro forma fisica riscontrano meno problemi cardiovascolari.

Fondamentale è ridurre lo stress e nervosismo, una delle cause maggiori che espongono al rischio infarto, quindi darsi a lunghe passeggiate nel verde oppure ad attuare un autocontrollo nel caso in cui si resta imbottigliati nel traffico, non può che far bene al nostro cuore.

Per la gioia, inoltre, dei tanti dietologi, oltre al mangiare sano, si aggiungono anche porzioni minori: insomma, a quanto pare, meno si mangia e più si vive perché una riduzione del cibo previene l’invecchiamento. In fine, tra le regole di lunga lunga vita c’è anche la gravidanza. Mettere al mono un bambino non diventa solo un evento straordinario nella vita della donna, non solo una scossa a livello emotivo e psichico ma offre dei benefici proprio per il corpo.

È fisiologico che il corpo della donna nasce per mettere al mondo dei figli, motivo per cui i benefici del parto sono per l’apparato sessuale, per il seno che, con l’allattamento, previene possibili forma di tumore al seno.

Copyright © IWMag.it